TDX
IL MASSIMO DELLA QUALITÀ

Exprit TDX

Il nuovo modello della gamma Exprit Kart, con scocca interamente in tubi di acciaio cromo molibdeno da Ø 32 mm, sostituisce il Thoos R ereditandone tutte le principali peculiarità. Diverse sono, poi, le novità messe in campo dal reparto R&D di OTK Kart Group

Homologation
CIK/FIA 012/CH/20
download fiche

Disponibile nelle versioni OK e KZ


Costante evoluzione

IL MEGLIO SENZA COMPROMESSI

Tutte le caratteristiche del modello top di gamma di Exprit Kart, il Noesis RR, possono essere trovate nel nuovo TDX: cura di ogni dettaglio, massima qualità dei materiali di ogni componente e costante evoluzione del prodotto, messa in campo dal reparto R&D di OTK Kart Group. La differenza tra i due telai risiede nel diametro dei tubi d’acciaio cromo molibdeno, Ø 32 mm per il TDX e Ø 30 mm per il Noesis RR, che ne compongono la scocca. Per il resto tutte le soluzioni vincenti del Noesis RR sono replicate nel TDX, a partire dal kit di carenature M10, accoppiato allo spoiler portanumero M7, ora in plastica nera, per passare poi a soluzioni tecniche mirate a ottimizzare la posizione e il comfort alla guida.

Carenature M10

PIONIERI NELL’AERODINAMICA

Lo sviluppo dell’efficienza aerodinamica delle carenature dei kart è ormai un aspetto fondamentale per raggiungere performance sempre migliori. Il reparto R&D di OTK Kart Group da anni, ormai, è pioniere in questo campo grazie a mirati studi in galleria del vento e a simulazioni computerizzate CFD. Questo approccio ha portato al lancio di soluzioni rivoluzionarie, nel settore delle carenature, come lo spoiler frontale M7, oggi in plastica nera, dal design unico e capace di diminuire la resistenza aerodinamica, con il conseguente incremento delle prestazioni in pista. Oggi, a questo modello, si affianca il kit M10: nuove carenature laterali, dal peso contenuto e dalle dimensioni ridotte, progettate con lo scopo di aumentare sia l’efficienza aerodinamica sia di influire positivamente sul raffreddamento degli pneumatici posteriori. Ma non solo, perché anche lo spoiler anteriore e la protezione posteriore sono stati rinnovati al fine di rispondere alle sempre si esigenti richieste in termini di sicurezza delle normative FIA.

Pinza freno BSD

IMPIANTO FRENANTE DA MONDIALE

L’Exprit TDX, nella sua versione monomarcia, è equipaggiato con il sistema frenante BSD. Un impianto, questo, che ha dimostrato con i risultati di essere il punto di riferimento tecnico del settore: non a caso il freno BSD firmato OTK Kart Group ha equipaggiato i kart che hanno vinto i titoli mondiali OK e OKJ per ben due anni di fila, nel 2020 e nel 2021. La pinza freno, a due pistoncini di Ø 34,5 mm con recupero della corsa, è forgiata in un unico pezzo. A questa è abbinato il kit tubi freno con rivestimento interno PTFE. Il materiale utilizzato per realizzare pinza e pompe freno è l’Ergal, caratterizzato da un'ottima resistenza meccanica, mentre il processo di ossidazione dura a spessore a cui è sottoposto permette di diminuire l’usura delle componenti in movimento.

Comfort alla guida

DETTAGLI PER TUTTI I PILOTI

Sentirsi a proprio agio mentre si è alla guida è un aspetto fondamentale per ogni pilota. OTK Kart Group è ben a conoscenza di queste necessità e punta molto, nel suo processo di sviluppo dei nuovi prodotti, nella ricerca di soluzioni in grado di favorire il comfort e l'adattamento del kartista al mezzo, il tutto senza tralasciare neanche il minimo dettaglio. Il TDX offre, in questo senso, novità per quel che riguarda il poggiapiedi, ora capace di una maggiore escursione in termini di regolazione, e i supporti del sedile. Queste soluzioni si sommano al già noto volante HGS, dotato di impugnature in gomma ad alto grip e comfort, e al mozzo inclinato, per una posizione di guida pienamente ergonomica.

Freni BSS e BSZ

ALTERNATIVA SHIFTER

Utilizzo di materiali selezionati di altissima qualità e lavorazioni degli stessi mediante macchine e processi automatizzati che assicurano la piena riproducibilità di ogni componente garantendone sempre i massimi parametri qualitativi: ecco gli standard di OTK Kart Group. Queste peculiarità sono più che mai fondamentali quando ci si riferisce agli impianti frenanti destinati alle categorie a marce, dove la capacità frenante gioca un ruolo ancor più decisivo ai fini della performance. Proprio per questo, a fianco all’ormai consolidato sistema BSS, Exprit Kart propone per il TDX un nuovo sistema, il BSZ, provvisto di pompe freno con pistoncini a diametro maggiorato che rendono la frenata ancor più modulabile. Per la versione DD2, invece, l’impianto di riferimento rimane unicamente il BSS.